Italiano    |    Change language: English

Amarcort Film Festival - Festival di cortometraggi - 10/17 Dicembre 2017 - Rimini

Amarcort Film Festival - Festival di cortometraggi - 10/17 Dicembre 2017 - Rimini

Dicembre 2017 - RIMINI

< Home Page / Concorso Cortometraggi / Giuria
GRAND JURY
Cashell Horgan

Cashell Horgan, nato a Cork in Irlanda, è un regista e artista pluripremiato. Con un background in produzione di animazione stop-motion e visual music, ha insegnato animazione e filmografia alla European School of Animation e alla National Film Television School Ireland. Ha fatto numerosi apparizioni in televisione parlando del suo lavoro ed è stato pubblicato in diversi articoli riguardanti l’animazione irlandese.
È stato direttore del festival “Raise the spirits”, un festival di film fantasy muti e ha curato programmi internazionali sull’animazione irlandese. Cashell è stato membro della giuria per Fantasporto 2017.
Ha la casa di produzione Zanzibar Films in Africa e offre servizi di post-produzione e consulenza per imprese cinematografiche e di animazione.

Edo Tagliavini

(Ferrara, 1971). Campione nazionale di skateboard (nel ’90) e viaggiatore “professionista” (ha collaborato con testi e servizi fotografici alla realizzazione di alcuni titoli della Clup Guide), dopo gli studi universitari al DAMS di Bologna e alcune esperienze nel teatro danza, si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia.
Successivamente realizza numerosi tra spot, video clip musicali e cortometraggi.

Jean-Julien Collette

Jean-Julien Collette è un regista belga autodidatta con sede a Madrid. Divorato dal cinema virus dai suoi otto anni, giura a suo padre che un giorno diventerà un regista.
Molti anni dopo, comincia a realizzare il suo sogno con cinque cortometraggi al suo attivo raggiungendo 700 selezioni e 150 premi in festival cinematografici (come Karlovy Vary, Montreal World, Palm Springs Shorts, Clermont Ferrand, Venice Off...). “Electric Indigo” è il suo primo lavoro da solista e segna un cambio di direzione verso uno stile camera a mano e una estetica colorata. In questo film, esplora i suoi temi preferiti in modo più approfondito, la sessualità e la famiglia destrutturata in una società moderna e pluralistica.
Attualmente sta preparando il suo primo lungometraggio.

Lorenza Indovina

Lorenza Indovina è diplomata come attrice presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma e ha lavorato per il teatro, il cinema e la televisione. Nel 2004 ha diretto il cortometraggio AD OCCHI APERTI che è stato selezionato alla 61° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia; nel 2013 dirige UN UCCELLO MOLTO SERIO e nel 2016 EGO, la sua terza opera da regista, in cinquina ai David di Donatello 2017.

Luca Elmi

Vive e lavora a Milano. Da sempre studioso e praticante di cinema: autore di cortometraggi, film-maker; attore di teatro e di cinema; autore di testi letterari, teatrali e cinematografici. Come scrittore: 1982 “Tentativi” – Raccolta di poesie; 1990 “Costruendo Castelli” – Raccolta di poesie; 1994 “L’arte del quando” – Raccolta di poesie; 1995 – “Grandi momenti con musica” – raccolta di racconti. Dal 1990 a oggi ha tradotto dall’Inglese e adattato per il palcoscenico più di trenta testi teatrali fra i quali “La strana coppia” di Neil Simon e “Trappola Mortale” di Ira Levin; inoltre numerose sceneggiature per cortometraggi, articoli, critiche, saggi.
Come produttore, dal 1990 a oggi ha prodotto numerosi spettacoli teatrali, fra cui: “Piccola Città” di Thorton Wilder – 1990 – Teatro Gnomo e “California Suite” di Neil Simon – 1992 – Teatro Dell’Elfo; ha inoltre prodotto diversi cortometraggi.
Ha all'attivo numerosi spettacoli teatrali come attore protagonista; ha interpretato numerosi altri protagonisti maschili in vari spettacoli, fra cui Riccardo Cuor di Leone, e Goffredo di Bretagna ne “Il leone d’Inverno” e moltissime commedie di Neil Simon; è attore protagonista di numerosi cortometraggi (di cui è spesso anche regista), fra cui “Alex e le donne”, “C’ero una volta”. Ha interpretato “Germano” nel film “La Radice del male” di Silvana Zancolò ed è stato testimonial di vari spot televisivi.
È nato come regista di videoclip a basso costo, ed è poi passato a dirigere cortometraggi. Dal 2005, Luca ha deciso di finanziare personalmente una serie di corti, in modo da avere a disposizione una troupe di professionisti e mezzi tecnici adeguati. Da questa decisione sono nati sette cortometraggi di cui Luca è particolarmente orgoglioso, perché li ha scritti, diretti e (a volte) interpretati. I sette corti, presentati a numerosi festival nazionali ed internazionali, hanno vinto diversi premi. Gli ultimi film di Luca, che si intitolano Roman Citizen e HYENA sono stati scritti in Inglese e girati completamente negli USA con una troupe americana. I due film hanno vinto numerosi premi e menzioni. In cantiere vari progetti, fra cui un lungometraggio in stile horror anni ’70, che si intitolerà “Le ragioni di Jago” e una serie TV da girarsi in America intitolata “Blackstone”.

Massimo Cappelli

Regista che predilige i toni della commedia; dopo una laurea in Giurisprudenza, decide di perseguire la sua passione, il cinema, e provare a trasformare il suo sogno in mestiere. Inizia la gavetta con la direzione di cortometraggi che gli fruttano premi in tutti i maggiori festival mondiali. Cappelli debutta nel lungometraggio con Il giorno + bello (2006) vincitore del premio NICE Russia nel 2008. Il suo secondo lungometraggio è la commedia dai toni farseschi Non c’è 2 senza te (2015), che è ancora incentrata su una famiglia, ma questa volta omosessuale. Ultimo suo film è la commedia Prima di lunedì, un road movie, in cui dirige due famosi attori italiani, il napoletano Vincenzo Salemme e Sandra Milo, la musa di Federico Fellini.

Amitai Ashkenazi

Si è laureato presso il Dipartimento di Studi filmografici e televisivi all’Università di Tel Aviv. Attualmente lavora su un telefilm per la televisione israeliana HOT. Ha scritto e diretto il cortometraggio “Till Day’s End” (2014). Il film è stato proiettato in decine di festival internazionali, tra cui Clermont-Ferrand, Camera Image e Montpelier. Ha vinto lo Shanghai Festival Award come migliore cortometraggio. Suona anche il sassofono per J.Viewz, produzioni locali e internazionali.

Kote Camacho

Kote Camacho (Paesi Baschi, 1980) si è laureato in Belle Arti, fumettista nel libro basco Napartheid, ha iniziato la sua cariera nel mondo del cinema a Madrid come artista di storyboard per il direttore basco Julio Medem, e ha continuato a Londra per Juan Carlos Fresnadillo e Alex Carland alla DNA Films. Dopo vari anni, si è stabilito nei Paesi Baschi e si è dedicato alla produzione di un suo film come sceneggiatore e direttore. Membro dell’European Film Academy (EFA), riconoscimento ottenuto con La Gran Carrera (2010), un documentario con animazione digitale che ha ricevuto 72 premi internazionali. Con Elkartea (2013), ha introdotto per la prima volta un film in lingua basca nei grandi festival come Clermont-Ferrand. Ha fatto anche parte del team di artisti baschi responsabili della realizzazione di famosi film come Beti Bezperako Koplak (2016) e Areka (2017). Inoltre, ha sviluppato una tecnica originale, tra il disegno e la reality motion, dipingendo sulle vere facce degli attori prima di girare. I primi risultati si vedono nel potente Don Miguel (2014). Attualmente sta sviluppando una tecnica originale aggiungendo colori minimal nel suo documentario in corso Egunkari Ezkutuak (Secret diaries). Verranno integrati anche filmati d’archivio e interviste radio recuperate di recente, per raccontare la storia di un artista e scienziato che è stato il più importante intellettuale che la cultura basca abbia mai avuto: il padre dell’unificazione della lingua basca e fondatore di ETA.

GIURIA AFIC
Chiara Valenti

Chiara Valenti Omero è nata a Trieste il 12 novembre 1963. Dal 2002 è vicepresidente dell’Associazione Maremetraggio. Sempre dallo stesso anno segue l’organizzazione e la direzione artistica di “Maremetraggio – Festival internazionale del Cortometraggio e delle Opere prime” che si tiene annualmente a Trieste.
Si è occupata della selezione di cortometraggi per emittenti televisive (Telechiara, Telequattro nel 2012 con la trasmissione Appuntamenti corti) e altri Festival e Rassegne a livello Europeo (come per gli eventi di Lisbona, Atene, Podgorica, Sofia, Bucarest).
Da gennaio 2011 è Presidente dell’Associazione Maremetraggio con la quale ha curato la produzione di numerosi cortometraggi: l’ultimo è stato La penna di Hemingway di Renzo Carbonera, con Sergio Rubini, Christiane Filangieri, Cosimo Cinieri e Francesco Barilli, presentato in anteprima alle Giornate degli Autori nel 2011, i cui diritti sono stati acquisiti da Studio Universal. Nel 2003 ha collaborato insieme a Nuvola Film alla produzione del primo lungometraggio di Massimo Cappelli Il giorno + bello. Da marzo 2007 fa parte del direttivo dell’AFIC (Associazione Festival Italiani Cinema).
Dal 2013 ad oggi, per conto dell’ENAIP FVG, si occupa dell’organizzazione e del coordinamento di un corso professionale di 300 ore in Tecniche di ripresa audio/video all’interno della Casa Circondariale di Trieste. Nel mese di marzo 2017 è stata riconfermata Presidente dell’AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema) per un altro biennio e dall’autunno 2016 è vice Presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia (Il Rossetti).

Pedro Armocida

Nato a Madrid nel 1971, laurea in Lettere presso l’Università “La Sapienza” di Roma con la tesi “Un nuovo cinema: La scuola di Barcellona (1965 - 1968)”, dopo aver espletato il servizio di leva come sottotenente dell’Esercito e dopo aver curato la rassegna stampa quotidiana del Gruppo BNL inizia a collaborare con i quotidiani “L’Informazione” e “L’Opinione” diventando giornalista pubblicista nel 1996 (professionista dal 2007). È stato direttore responsabile della rivista “Close-Up” e del sito www.close-up. it con i quali ha collaborato per diversi anni. Membro di giuria di festival cinematografici nazionali e internazionali dal 2000 è direttore organizzativo della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema mentre nel 2015 è stato chiamato a coprire anche il ruolo di direttore artistico. Attualmente è direttore editoriale della casa editrice “Edizioni dell’Altana”, direttore responsabile del periodico “Cura Art Magazine”, collaboratore, come giornalista e critico cinematografico, del quotidiano “Il Giornale”, del settimanale “Film Tv” e dei mensili “Ciak” e “50 & più”. È stato segretario generale dell’Associazione Festival Italiani di Cinema (Afic) fin dalla sua fondazione e nel 2017 è stato eletto nel comitato direttivo..

Federico Pommier

Federico Pommier Vincelli è nato a Roma nel 1969. Dopo la laurea in Lettere ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia moderna e contemporanea. Dal 2003 è direttore artistico del Festival MoliseCinema, dedicato al cinema indipendente italiano e internazionale e che rivolge una particolare attenzione ai cortometraggi, ai documentari e alle opere prime e seconde. Ha scritto numerosi saggi e articoli di argomento cinematografico, storiografico e culturale. Ha svolto attività di giornalista presso diverse testate, è stato autore di programmi televisivi e ha curato la regia di documentari.
Membro di giuria di festival cinematografici nazionali e internazionali è membro dal 2013 del direttivo dell'Associazione festival italiani del cinema (Afic). E' stato presidente della Fondazione Caradonio di Blasio e dell'Associazione Kalenarte. Consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1998 al 2001, dal 2003 lavora per il Senato della Repubblica, dove si occupa di rapporti internazionali.

GIURIA PREMIO DELLA CRITICA
Adriano De Grandis

Nasce a Venezia nel 1955. Giornalista professionista ha lavorato nella redazione del Gazzettino, prima allo Sport e successivamente agli Spettacoli. Ha seguito per il giornale i principali avvenimenti sportivi mondiali e i più importanti festival cinematografici continentali. Da 25 anni collabora a “Segnocinema”. È stato selezionatore dal 2005 al 2008 della Settimana della Critica a Venezia. Tra i suoi hobby la cucina, scrivendo per le più note guide gastronomiche.
Come cantautore ha pubblicato il cd “Anche i pesci parlano d’amore” con suoi brani inediti.

Maurizio Di Rienzo

In attività giornalistica dal 1980, dal 1982 si occupa di spettacolo, specializzandosi poi in ambito cinematografico quale giornalista e critico. Già collaboratore di quotidiani, periodici, programmi radio e tv (su canali Rai, Tele+, Tele+D+, Studio Universal), è consulente e responsabile di sezioni ed eventi per Festival di cinema nazionali e internazionali (selezioni film, organizzazione e conduzione di convegni, workshop, masterclass, conferenze stampa, premiazioni).
Ha scritto per libri, cataloghi, pubblicazioni specializzate. Per il Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani (SNGCI) dal 2002 cura la preselezione di cortometraggi e documentari italiani per gli annuali Nastri d’Argento. Collabora con FICE, Cinecittà Luce, Cinèmatheque Suisse di Lausanne, Casa del cinema di Roma, e per vari Festival con ideazione e cura di rassegne sul cinema italiano. Ha fatto parte di giurie in Festival nazionali e internazionali.

Enrico Zoi

Diviso tra famiglia, cinema, teatro, giornalismo, musica e poesia, Enrico Zoi, fiorentino del 1959, laurea in Lettere su un poema del ‘500, ha all’attivo vari libri, fra cui due sillogi poetiche. Sue liriche sono apparse in riviste quali “Salvo Imprevisti” e “Tracce”. Ha scritto 25 anni di comunicati stampa per i Comuni di Bagno a Ripoli e Impruneta (e non solo), pubblicato migliaia di interviste, articoli, recensioni cinematografiche e teatrali e giochi enigmistici, e visto (al momento) 5700 film, cifra destinata inesorabilmente e quotidianamente a salire.
Con Philippe Chellini, è il biografo cinematografico di Alessandro Benvenuti (due libri) e l’autore del volume sui vent’anni del ‘Ciclone’ di Leonardo Pieraccioni. Ha fatto parte delle Giurie di ‘Underflorence’ (Florence Film Festival, 1991), ‘Under Rock - Futurock a Firenze’ (1992), ‘Schermi Irregolari’ (2001), ‘Amarcort Film Festival’ (2014), ‘Schermi Irregolari’ (2016), ‘Amarcort Film Festival’ (2016), ‘Schermi Irregolari’ (2017) e ‘Amarcort Film Festival’ (2017). Ha al suo attivo anche un’incursione editoriale calcistica, avendo scritto un libro, “Firmamento Viola”, sulla ‘sua’ Fiorentina. In tempi recenti si è cimentato nella scrittura teatrale, con lo spettacolo-monologo “Zenrico, o il suo clone?” (coautore Massimo Blaco) e i due cinemonologhi “As time goes by”, dedicato a Humphrey Bogart, e “Dr. Jekyll e Mister(o) Totò”, ovviamente sul Principe della risata.

GIURIA MENZIONE FELLINI
Gianfranco Miro Gori

Ha fondato la Cineteca di Rimini, organizzato e diretto manifestazioni e festival internazionali, scritto un gran numero di articoli, saggi e libri di argomento cinematografico: l’ultimo, del 2016 si intitola “Le radici di Fellini romagnolo del mondo.

Nicola Bassano

Laureato in storia del cinema presso l’Università di Parma, si occupa dell’archivio Federico Fellini del Comune di Rimini.
Ha collaborato con riviste e siti di cinema e arte contemporanea, scrivendo recensioni, saggi e approfondimenti. Per molti anni ha lavorato in campo editoriale.

Francesca Fabbri Fellini

Nata a Bologna nel 1965 sotto il segno dei Gemelli, ascendente Bilancia, Francesca ha vissuto i primi 19 anni della sua vita a Rimini, con i genitori Maria Maddalena Fellini e papà Giorgio Fabbri, pediatra.
A 23 anni si è laureata in lingue e letterature straniere e nel 1987 ha firmato la sua prima scrittura con la Rai, per il programma "Muoviamoci su Raidue" con Sidney Rome, ben 180 puntate. Dopo questa esperienza, Francesca ha firmato molti altri contratti con la Rai, dal 1999 al 2006 è stata una delle inviate de "La vita in diretta" con Michele Cucuzza su Raiuno.
Ha lavorato con autori come Michele Guardì, Enza Sampò, Licia Colò. Tra il 1993 e il 1997 ha collaborato con RTL 102.5 occupandosi proprio di cinema, e grazie a questa esperienza è diventata giornalista professionista. Dal 2004 al 2006 firma e conduce sempre su RTL: "Asa NIsi MAsa - L'ANIMA del cinema" che prende il nome dalla frase magica ripetuta da Guido/Mastroianni, protagonista di "Otto e mezzo". Francesca ha pensato a questo titolo per la sua trasmissione come omaggio al suo zio "CHICCO". Dal 2008-2009 si occupa della regia della serata/evento per i 100 Anni del Grand Hotel di Rimini, nel 2008 presenta la serata/evento di chiusura MYSFEST di Cattolica; dal 2009 al 2012 cerimoniale Centro Internazionale Ricerche Pio Manzù; dal 2012 idea e conduce la Rassegna di incontri “Gli Attori con Tè”, realizza nuove interviste ai Collaboratori del Maestro Federico Fellini (Dante Ferretti, Fiammetta Profili, Ferruccio Castronuovo, Sergio Rubini, Moraldo Rossi) per il “Working Progress” : “Ricordando FELLINI”, al BIF&ST 2013 cura la Mostra di “100 Disegni del Libro dei Sogni” di F. Fellini, al Meeting dell'Amicizia tra i Popoli del 2014 ha introdotto il Concerto “Io, un sassetto tra le stelle”, esecuzione della Suite di Nino Rota del Balletto “La Strada” di Federico Fellini”, un omaggio a Federico Fellini; per l'editoria, nel 2013 è stata curatrice della 2a Edizione del Volume: “A Tavola con Fellini”(Casa Editrice: Rare Earth).

GIURIA GIOVANI
Stefano Cella
Edoarto Clementi
Flavia Giobanu
Halima Ouled
Laura Girelli
Matilde Santantonio
Niccolò Giannini
Omela Seraj
Sara Biondini
GIURIA REX
Sabrina Zanetti

Rimini, 1963, Laureata in sociologia con specializzazione nelle comunicazioni di massa e una tesi di laurea sul cinema d'animazione.
Dal 1990 lavora nell'ambito della ricerca sociale, in particolar modo su temi quali il disagio giovanile e le discipline interculturali e i mass media.
È un'esperta in cinema e comunicazioni di massa ed ha operato a lungo in svariate attività culturali della città di Rimini, collaborando all'organizzazione di numerosi eventi nel campo della musica, del cinema e delle arti visive.
Dal 1991 cura l'attività culturale delle ACLI di Rimini, oltre a seguire l'attività associativa (circoli di musica, danza, teatro, fotografia e cultura cinematografica) promuove uno speciale "Progetto Immagine" che prevede varie attività e manifestazioni dedicate al mondo delle comunicazioni.
Dal 1984 organizza due manifestazioni video-cinematografiche e dal 1991 ne è il Direttore Artistico.
"Round - Festival video cinematografico per cortometraggi, dedicato agli autori indipendenti" (1984/2012), il festival è stato punto di osservazione privilegiato di un universo in evoluzione per tecniche (dal Super 8 all'avvento del video e delle tecnologie computerizzate) e tematiche.
"Cartoon Club - Festival Internazionale del cinema d'animazione, del fumetto e dei games". Il festival, arrivato alla sua XXX edizione nel luglio 2014, è partner delle organizzazioni internazionali ECFA e CIFEJ (organizzazioni che raggruppano i più importanti e significativi festival di tutta Europa e del mondo). L'evento si propone come una valida occasione non solo di intrattenimento ma anche culturale e informativo per la diffusione degli argomenti legati ai grandi mezzi di comunicazione di massa: cinema, fumetto, televisione e games.
Dal 1998 Cartoon Club ha anche una propria casa editrice e pubblica due riviste in distribuzione nelle edicole di tutto il territorio italiano e nelle librerie specializzate:
"Fumo di China", rivista di critica e saggistica sul fumetto, (mensile che tratta recensioni, novità, dossier, interviste e altro ancora sul mondo del fumetto e del cinema d'animazione); "L'Annuario del cinema d'animazione e del fumetto", la rivista annuale fa il punto sull'evoluzione del mercato e sulle tendenze artistiche di fumetto e cinema d'animazione.
Altre attività svolte nel corso degli anni.
Dal 1999, organizza attività ed eventi culturali per i detenuti della Casa Circondariale di Rimini.
Dal 2000 al 2008 è stata presidente delle ACLI provinciali di Rimini.
Dal 1999 al 2009 ha coordinato le attività dei Servizi Sociali del comune di Verucchio.
Dal 2001 al 2003 ha coordinato le attività dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Riccione.
Dal 2005 al 2013 è stata presidente e direttore della "Fondazione Enaip S. Zavatta", che organizza corsi di formazione e attività sociali.
Dal 2008 al 2013 è stata amministratrice di CO.AP. Cooperativa Comunità Aperta a.r.l. realtà che gestisce canali radio, tv e web nella provincia di Rimini.
Dal 1998 è socia e fondatrice con il musicista Andrea Felli di Acanto Snc, un centro di ricerca sonora situato a Rimini che comprende uno Studio di Registrazione professionale denominato Farmhouse, edizioni musicali ed etichetta discografica.

Melchior Vella Cesare

Melchior Vella Cesare si è laureato in Commercio, specializzandosi in Economia e Politiche Pubbliche, poi laureato in Economia e Commercio con lode all’Università di Malta e ha completato il Master in Economia all’Università dell’Essex nel 2016 a pieni voti.
Attualmente lavora nella pubblica amministrazione come economista al Dipartimento di Politica Economica nel Ministero delle Finanze. Ha prodotto una serie di cortometraggi che parlano della vita sociale e della vita urbana contemporanea. Nel 2010 ha prodotto e diretto “Y=X” che ha vinto due premi al National Film Competition di Malta per la migliore produzione e miglior uso del suono. Ha scritto e prodotto “This is not for Sale” che ha vinto diversi premi tra cui l’Award of Excellence all’Indie Fest International Film Competition nel 2013.
Nel 2010, ha cofondato Malta Film Icon, un sito web che unisce persone con interessi in tutte le aree della creazione di film. Ha lavorato anche come International Secretary del Malta Cine Circle, ruolo che ha ricoperto fino al 2014, e come giuria per numerosi festival del cinema, tra cui il National Film Competition e il Golden Knight Film Festival. Melchior è il produttore del Malta Short Film Festival, co-prodotto con Tony Parnis e Joyce Grech, ed è membro del comitato organizzativo del Malta Film Expo.

Astutillo Smeriglia

Sceneggiatore e autore di animazioni, con i suoi cortometraggi ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerose manifestazioni cinematografiche, tra cui i Nastri d'Argento e la nomination ai David di Donatello.
Per il cinema ha scritto il soggetto di "Orecchie" di Alessandro Aronadio e cosceneggiato "Non c'è più religione" di Luca Miniero. Con quest'ultimo, è autore della commedia teatrale “Due”, interpretata da Raoul Bova e Chiara Francini.

GIURIA ALDINA
Sabrina Zanetti
Enrico Zoi
Edo Tagliavini
GIURIA GIRONZALON (composta dagli studenti del campus "Emilia-Romagna welcomes Europe")
Andrea Casanova
Antar Corrado
Asaf Schwartz
Azzurra Brogna
Deborah Binotto
Eduard Manuel Leahu
Eleonora Villa
Ester Cantarelli
Faroudi Salaheddine
Giuseppe Raia
Janaima Costantini
Livia Aiello
Marco Berton Scarpinello
Marco Fontichiari
Nadica Maksimova
Paola Balzanelli
Rajat Chohda
Sailm Khachouf
Sofia Alberghini
Sofia Ye
Umberto Baldacci
GIURIA CANTAREL
Fabrizio Galassi

Giornalista, docente e consulente Digital Marketing, è stato direttore di Rockstar.it fino al 2008; successivamente collabora con Repubblica.it e, come autore televisivo, per MTV Italia.
Dal 2009 insegna digital marketing in ambito musicale e artistico allo IED di Roma nei dipartimenti New Media e Arti Visive. Tiene workshop e seminari dedicati all’autopromozione in tutta Italia. Come giornalista scrive e ha scritto per Repubblica.it, Kataweb, Wired, IlFattoQuotidiano e Left. Ha svolto consulenze in ambito digitale per Ericsson, Rai, Nokia, BelieveDigital, Zimbalam, iCompany, Groovadia e ThinkLouder.

Jacopo Pesce

Jacopo Pesce (1983) è a capo del dipartimento artistico di Universal Music Italia.
Subito dopo aver conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale presso l'Università degli Studi di Milano (2007), inizia il suo percorso nell'industria discografica in Universal come Promotion Manager (2008), lavorando con grandi nomi della musica italiana, tra i quali Zucchero, Jovanotti, Negrita, Caparezza, Emma e tanti altri, curandone la promozione radio/tv. Nel 2011, ricopre il ruolo di Promotion Manager Radio/Tv anche per numerosi progetti internazionali.
Dal 2012, entra a far parte della divisione A&R, occupandosi della ricerca di nuovi artisti nonché dell'organizzazione delle sessioni per la realizzazione di dischi di numerosi artisti italiani affermati. Contribuisce a grandi successi e alla fama di numerosi esponenti della scena rap italiana. A dicembre 2016 viene nominato Direttore Artistico di Universal Music Italia.
Oggi è sempre alla ricerca di nuovi talenti, collabora a diversi importanti progetti, lavorando con produttori e artisti sia italiani che internazionali.

Pepsy Romanoff

Giuseppedomingo Romano in arte Pepsy Romanoff (14-11-1977) regista e art director fondatore insieme a Maurizio Vassallo di Except casa di produzione milanese che ha all'attivo più di 300 produzioni video divise tra live show, format tv, music video e art-film.
Ha curato la regia di svariati programmi televisivi musicali tra cui, Rapture - Live From Running Club - Un giorno da Cani, in onda su All Music e su Deejay TV.
Tra le produzioni più importanti ci sono i live di numerosi artisti internazionali e non tra cui: Dave Gahan and Soulsavers (Depeche Mode) - N.E.R.D & Pharell Williams, Tinie Tempah, I Blame Coco, Busta Rhymes, Little Dragon, Ghost Poet, Joan as Police Woman, Vasco Rossi, Franco Battiato, Ezio Bosso, Vinicio Capossela, Pino Daniele, Club Dogo, Marracash, Guè Pequeno, Casino Royale, Subsonica, Le Luci della Centrale Elettrica e molti altri. Ha realizzato e diretto numerosi Music clip, tra cui Gué Pequeno, Club Dogo, Samuele Bersani, Giuliano Palma, Francesco Sarcina, Mannarino, Verdena, Incognito, Clementino, Thori & Rocce e in fine Vasco Rossi con “Come vorrei” e “Un mondo migliore” premiato come miglior video clip del 2016. Ha curato la regia e la direzione creativa di molti programmi di Sky Arte HD sin dalla sua nascita, tra cui alcune delle più importanti monografie di cantanti italiani come: Pino Daniele e James Senese in "Nero a Metà", Vasco Rossi in "Ogni Volta Vasco", Franco Battiato "Le nostre Anime", Ezio Bosso in “12TH Room”, Mauro Pagani PFM in "ProgRevolution", Piero Ciampi "La storia", Raiz, Carmen Consoli, Roberto Vecchioni, Elio e le Storie Tese, Eduardo Bennato, Francesco Guccini, Francesco De Gregori e Caparezza nella serie "Bonus Track", Dave Gahan & Soul Savers in "Live Session", Le Luci della Centrale Elettrica in Talking Music, Skin and Skunk Anansie, Franz Ferdinand e Joan as Police Woman in Meet the Rockers (…). Nel 2014 firma come direttore della fotografia il suo primo film per il grande schermo!
"THE LACK" per la regia del duo Masbedo (Jacopo Bedogni e Nicolò Massazza) presentato in anteprima mondiale alla 71° Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Giornate degli Autori.
A marzo 2016 esce distribuito da QMI-Stardust in 280 sale d'Italia il live-film di Vasco Rossi “TUTTO IN UNA NOTTE” tratto dal suo ultimo tour negli stadi LiveKom015 girato il4 luglio 2015 a Napoli.
Sempre nel 2015 insieme al produttore Dj Shablo (Thaurus) e l'artista visuale Ok Rocco (HelloSavants!) fonda la factory-label AVANTGUARDIA etichetta che rappresenta la nuova produzione musicale-visiva italiana, progetto d'arte e musica sperimentale.
Esce il 1° Dicembre 2017 il suo secondo film musicale per il grande schermo prodotto da Universal-Giamaica-Except distribuito da Stardust-Qmi “VASCO MODENA PARK - IL FILM” il concerto record mondiale di Vasco Rossi con oltre 220.000 presenze e una diretta cinema e tv. Attualmente è in scrittura della sua prima serie tv e in pre-produzione di un film d’arte.

GIURIA POPOLARE
Annaflavia Bianchi
Antonio Nucci
Chiara Pedrosi
Christian Cevoli
Cristina Del Verme
Deano Giunchi
Elena Lizzo
Francesco Castellani
Gianfranco Simonetti
Leonardo Antimi
Lucio Morri
Marina Cerda Bernabeu
Massimo Caliaro
Maura Melonari
Nino Celli
Paolo Pini
Patrizia Bacci
Redeo Amadori
Roberto Baroncini
Michele Ghiselli